Le notti dell’archeologia a Semifonte

Le notti dell’Archeologia a Barberino Tavarnelle

Nei prossimi weekend, il 17/07 a Semifonte e il 26/07 alla pieve di San Pietro in Bossolo, si terranno due importanti eventi che hanno al centro la ricerca archeologica nel territorio di Barberino Tavarnelle.
Si potranno visitare i siti archeologici di Semifonte Petrognano e quello di San Pietro in Bossolo dove è da poco iniziata la prima campagna di scavo.

[button title=”Guarda il calendario dei prossimi eventi” link=”https://summofonte.org/eventi/” target=”_blank”]

17 luglio – Semifonte e le Torri di Petrognano: l’archeologia si confronta con il mito

Passeggiata archeologica nelle terre di Semifonte, partendo dal luogo-simbolo della città perduta. La Cappella di San Michele Arcangelo. La visita a cura di Andrea Vanni Desideri e Silvia Leporatti (Università di Firenze). In collaborazione col Comune di Certaldo ProLoco Barberino V.E. – Gruppo Archeologico Achu. Quindi, partiremo dal centro del sito per dirigersi verso il Borgo di Petrognano, distante circa 800 metri.

Petrognano, noto come borgo turrito della Città di Semifonte, in realtà crebbe e successivamente alla distruzione del castello. Presenta comunque una interessante rassegna di architetture rurali medievali e moderne ed è oggetto di ricerca da parte degli archeologi. La sua storia è evidentemente legata alla vicenda di Semifonte e con essa contribuisce al fascino storico e paesaggistico del luogo.

Le notti dell’Archeologia ci offrono l’opportunità di una passeggiata con i responsabili della ricerca archeologica condotta negli ultimi tre anni.  Inoltre, lo svolgersi dell’evento nel tardo pomeriggio immergerà i presenti nella caratteristica atmosfere dei tramonti di Semifonte.

Partenza dalla Cappella di San Michele, Strada provinciale di Petrognano, Incrocio con Via San Donnino (loc. Semifonte-Petrognano, Barberino).

Informazioni sull’evento

26 luglio – Alla ricerca del castello perduto, “sopra il poggio della Pieve di Bossolo”

Le notti dell’Archeologia come primo appuntamento alla fine della prima campagna di scavo archeologico. Gli archeologi di Laboratori Archeologici San Gallo raccontano i primi risultati dello scavo in corso.
L’indagine archeologica riguarda il castello citato nei documenti sul poggio della Pieve di S. Pietro in Bossolo, con esposizione di reperti ritrovati.

Solo la Pieve di San Pietro in Bossolo ed il Museo di Arte Sacra attiguo meritano una visita al luogo.
Da quest’anno, confina col piazzale antistante la chiesa il cantiere di scavo  archeologico. I ricercatori sono sulle tracce del castello citato nei documenti di archivio, proprio nel luogo dove anni fa il Gruppo Archeologico Achu aveva individuato alcuni resti.

Le notti dell’Archeologia 2020 di danno la possibilità di visitare l’area con le stesse ricercatrici archeologhe.

L’evento è accessibile facilmente e l’auto può essere posteggiata a pochi metri.

Informazioni sull’evento

Le Notti dell’Archeologia sono organizzate grazie a Regione Toscana, Sistema Museale del Chianti e Valdarno fiorentino,Comune di Barberino Tavarnelle. Collaborano il Laboratorio Archeologico San Gallo, Amici del Museo di Arte Sacra di Tavarnelle, ProLoco Barberino VE Gruppo Archeologico Achu

Vuoi conoscere meglio l’attività di ProLoco Barberino VE – Gruppo archeologico Achu?

Dai un’occhiata al sito, o contattaci per maggiori informazioni

Rispondi