SCOPRI SUMMOFONTE

Una terra ricca
di arti e tradizioni
nel Medioevo e oggi

Una storia che continua da oltre 800 anni

A Semifonte nel Medioevo c'era un castello, in cui si incrociavano le più importanti vie di comunicazione, fedele all'imperatore e nemico di Firenze. Per questo dopo un lungo assedio fu distrutto e mai più riedificato.
Sulla collina ormai disabitata, fu costruita la cappella di San Michele Arcangelo in memoria dei caduti di Semifonte ma anche come simbolo del dominio fiorentino, grazie alla sua struttura che riproduce la celebre cupola del Brunelleschi.
Gli archeologi indagano ancora per riscoprire le tracce di un passato affascinante e di vita.

La comunità di Semifonte distrutta, oggi rinasce: così come nel medioevo Semifonte era centro di scambi, di cultura e di aggregazione, così oggi summofonte.org raccoglie eventi, scoperte e leggende di questi luoghi.


Il Summoabbraccio

Un braccialetto, un reggimascherina, un gesto solidale

Durante il primo lockdown, a Marzo 2020, come tutti ci siamo trovati spaesati.
Ci sono voluti un po' di mesi, vari prototipi e una donazione di pellame, ma abbiamo trovato l'idea per il Summoabbraccio.

Un modo per dire: "Io sono di qui, e ne vado orgoglioso."

L'ultimo Capodanno Toscano di Semifonte

Il capodanno non si è sempre festeggiato il primo gennaio.
A Semifonte, per esempio, si festeggiava il 25 marzo. Perché? Lo hanno raccontato, non molto tempo fa, a una turista di passaggio proprio alla cupolina di Semifonte...

Corto di Francesco Mattonai, con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana e il patrocinio del Comune di Barberino Tavarnelle

Vuoi tenerti in contatto?